Comm To Action

Laboratorio di comunicazione

GRUPPO DI LAVORO DI COMUNICAZIONE D’IMPRESA: STUDENTI, LAUREANDI E NEOLAUREATI METTONO IN PRATICA STRUMENTI E STRATEGIE DELLA COMUNICAZIONE E DELLE RELAZIONI PUBBLICHE

Questa settimana è iniziata la seconda edizione del social talk TheRareSide – Storie ai confini della rarità realizzato dall’Osservatorio Malattie Rare (OMaR). Divisa in 6 puntate, la campagna si articola in interviste in cui i protagonisti possono raccontare la propria quotidianità. Trasmesso in diretta sul portale di OMaR e sul canale Facebook di OMaR a partire dalle ore 18, l’appuntamento si ripeterà ogni martedì e giovedì fino al 3 marzo....

Contestualmente allo scoppiare di una crisi si crea un’arena di comunicazione in cui scendono in campo numerose voci. Tra tutte non va assolutamente trascurata quella dei dipendenti. Dal loro punto di vista quello di crisi dell’azienda è un momento di incertezza che può far traballare la loro motivazione e il loro engagement....

Comm to action ha intervistato Roberto Felerico, Responsabile Commerciale presso la EDM Informatica....

La pandemia che stiamo vivendo ha portato in dote, oltre al dolore per le perdite umane e ai tanti disagi che abbiamo dovuto vivere, la diffusione di nuove modalità di lavoro a distanza, soprattutto da casa. L’impressione è che questo cambiamento abbia avuto un impatto diverso su ognuno di noi. Quel che è certo è invece che la situazione si presenta come una potenziale occasione per chi esercita la professione del comunicatore....

"Le ragioni del dubbio. L'arte di usare le parole."di Vera Gheno, Giulio Einaudi Editore, 2021. "Parole, parole, parole" cantava nel 1972 Mina, e poco è cambiato a distanza di cinquant'anni. Le parole ci sommergono. Ma non saranno forse troppe? Non rischiamo di farle diventare vuote? Non meritano un’attenzione maggiore?...

Durante le Olimpiadi del 1912 tenutesi a Stoccolma tra i partecipanti c’era anche Shizo Kanakuri, uno dei maratoneti più forti di tutto il Giappone. La sua storia è particolare e quasi si confonde con una leggenda perché nessuno sa cosa sia successo esattamente dopo il trentesimo chilometro di gara....