L’informazione ambientale è un diritto di tutti i cittadini, dunque, un dovere per le amministrazioni pubbliche. La disponibilità dei dati è essenziale per contribuire al formarsi di opinioni avvedute e favorire processi decisionali efficaci. Non c’è informazione ambientale senza dati aperti e comprensibili che siano alla sua base. Non c’è quindi neppure impegno per la sostenibilità senza un’informazione ambientale fondata appunto sui dati. Questo l’assunto su cui si basa il blog Ambientenonsolo -nel quale si parla di comunicazione, ambiente, sviluppo sostenibile, mobilità sostenibile e non solo- ideato e curato dal giornalista e comunicatore Marco Talluri.

Marco Talluri ha selezionato per Comm To Action: Rischi chimici emergenti in Europa. I PFAS di Marco Talluri La nostra vita quotidiana è piena di sostanze chimiche artificiali, utilizzate per gli usi più diversi, sostanze chimiche utili, che costituiscono...

Clean Cities è una coalizione europea di ONG e gruppi di base che mira a incoraggiare le città a passare alla mobilità a zero emissioni entro il 2030. Quasi tre europei su quattro vivono nelle città, dove si concentra anche la maggior parte delle attività economiche e dei consumi. La transizione energetica ed ecologica, quindi, passa necessariamente per le aree urbane. A partire da come ci muoviamo. Il settore dei trasporti, infatti, contribuisce a un quarto delle emissioni di gas serra in Italia e in Europa, ed è l’unico ad aver registrato un aumento delle emissioni dal 1990. La campagna promuove la...

Il cruscotto sulla qualità dell’aria dell’agenzia mondiale delle Nazioni Unite – l’UNEP – mostra lo stato globale dell’inquinamento atmosferico, le principali fonti, l’impatto sulla salute umana e gli sforzi nazionali per affrontare questo problema critico. L’inquinamento atmosferico è la più grande minaccia ambientale per la salute pubblica a livello mondiale e rappresenta circa 7 milioni di decessi prematuri ogni anno. L’inquinamento atmosferico e il cambiamento climatico sono strettamente collegati in quanto tutti i principali inquinanti hanno un impatto sul clima e la maggior parte condividono fonti comuni con i gas a effetto serra. Migliorare la nostra qualità dell’aria porterà salute, più...

Marco Talluri ha selezionato per Comm To Action: I cambiamenti climatici in Italia di Marco Talluri La Fondazione “Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici” (CMCC) – di cui sono soci: Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Università degli Studi del Salento, Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, Università Ca’ Foscari Venezia, Università di Sassari, Università della Tuscia, Politecnico di Milano, Resources for the Future, Università di Bologna- ha pubblicato un rapporto su ‘Analisi del rischio. I cambiamenti climatici in Italia’. Si tratta di un documento di sintesi delle conoscenze scientifiche su impatti, rischi e interazioni dei cambiamenti climatici a livello nazionale in relazione a diversi gradi di...

Marco Talluri ha selezionato per Comm To Action: La città dei quindici minuti di Marco Talluri La “città dei 15 minuti” è tendenzialmente una città in cui ciascun cittadino ha a meno di 15 minuti a piedi tutto ciò di cui ha bisogno per vivere, divertirsi e lavorare. Una città che assicura una migliore qualità della vita grazie al tempo che si risparmia negli spostamenti e alla maggiore funzionalità dello spazio urbano in cui si vive, che riduce lo stress e incoraggia il movimento. L’idea della città del quarto d’ora In concomitanza con il Salone Mondiale dell’Automobile di Parigi, il professor Carlos Moreno, docente della...

In campo ambientale il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente – SNPA – (costituito da Ispra e dalle agenzie per la protezione dell’ambiente regionali e delle province autonome), è il fornitore dei dati ambientali “ufficiali”....

L’NO2 è tra i vari ossidi di azoto quello più importante da un punto di vista tossicologico. Numerosi lavori hanno evidenziato una associazione statisticamente significativa tra le concentrazioni atmosferiche giornaliere di NO2 e le consultazioni mediche, i ricoveri ospedalieri per malattie respiratorie, la sintomatologia respiratoria nei bambini e l’incidenza di attacchi d’asma....